Agopuntura

Terapia della Medicina Tradizionale Cinese, usata in Cina già cinquemila anni fa. Si e’ ampiamente diffusa dapprima in tutto l’Oriente e successivamente anche in Occidente.
Secondo i principi della Medicina Tradizionale Cinese, l’energia vitale percorre tutto il corpo attraverso dodici canali principali detti meridiani e permette all’organismo di funzionare al meglio.
Se il fluire dell’energia diventa irregolare, si crea una condizione di malattia o perlomeno la predisposizione. A seconda della sede dello squilibrio, l’agopuntore inserisce gli aghi (sottili e monouso) in determinati punti (sono 2000 i punti situati sui dodici meridiani principali), in modo da ristabilire l’equilibrio perduto ed il conseguente stato di benessere.
L'agopuntura, adatta per persone di qualsiasi età, e’ spesso preventiva e può trattare la malattia persino prima che si sia manifestata con dei sintomi. Può essere utilizzata anche come complemento della medicina convenzionale, dato che l'inserimento di aghi in precisi punti puo’ stimolare le naturali difese del corpo, le endorfine.

La stimolazione con aghi e’ spesso affiancata dalla moxibustione, una forma di trattamento in cui l'energia viene stimolata in punti chiave lungo i meridiani mediante la combustione di un’erba, l’artemisia, o altre fonti di calore. In alternativa (soprattutto per i neonati o per i bambini) o affiancato all’agopuntura e’ il micromassaggio, che consiste nella stimolazione dei punti di agopuntura e dei meridiani tramite la frizione e la pressione esercitata con le dita o con le mani.
L'agopuntura si rivela efficace sia nelle affezioni organiche che in quelle psicologiche, non solo quindi, come spesso si crede, nella terapia del dolore.

E’ usata infatti per una vasta gamma di malesseri acuti e cronici.
Le situazioni trattate più frequentemente riguardano dolori in genere, insonnia, cefalee, sciatica, palpitazioni, ipertensione, ipotensione, disturbi mestruali, cistiti, disturbi digestivi, gastriti, disturbi respiratori, stati ansiosi, depressioni, ecc.
E’ anche indicata per nausea e vomito provocati da terapie antitumorali. Viene usata anche per alleviare i problemi che insorgono dall’astinenza da fumo o da altri tipi di assuefazione.
La terapia prevede anche poche sedute per raggiungere risultati positivi. Normalmente vengono prescritti cicli di dieci sedute, eventualmente ripetibili una o due volte, a seconda della patologia e della sua gravità. Le sedute, nelle fasi acute della patologia, possono essere bisettimanali o settimanali. Negli altri casi, generalmente, si tende a distanziare le sedute, che possono diventare mensili o trimestrali.